Cosa è il GRV

GRV significa Gioco di Ruolo dal Vivo, è conosciuto all’estero con l’acronimo LARP (Live Action Roleplay) ed è una evoluzione del gioco di ruolo cartaceo (gdr). A differenza del GDR, dove i partecipanti giocano comodamente seduti usando fogli, carta, matite e dadi, nel GRV i giocatori sono chiamati a vestire ed interpretare realmente i personaggi che desiderano, muovendosi in un contesto reale dove devono confrontarsi ed interagire con altri giocatori reali, vestendosi in modo appropriato all’ambientazione proposta. Il GRV aggiunge quindi elementi vicini al teatro d’improvvisazione e coinvolge le persone anche a livello fisico oltre che intellettuale.
Ars Ludika organizza eventi e sessioni di GRV con diverse ambientazioni e setting che vanno dallo Storico al Fantasy, dall’Horror al Western.

Cos’è il Gioco di Ruolo dal Vivo?

Per dirlo con le parole di Wikipedia:

Ogni partecipante interpreta il ruolo di un personaggio in un mondo immaginario ma, a differenza del gioco di ruolo tradizionale, le azioni non vengono solo descritte ma devono essere eseguite realmente. I giocatori sono generalmente in costume e dispongono di un’attrezzatura adeguata alla parte.

Proviamo ad estendere meglio il concetto tramite degli esempi:
Immaginate di indossare i panni di un orco o di un elfo ispirati direttamente dalla trilogia del Signore degli Anelli scritta da Tolkien, oppure di mascherarvi come un Druido o un Negromante così come sono rappresentati in un videogioco famoso come World of Warcaft, infine immaginate di trovarvi nel mezzo degli altopiani scozzesi al fianco di William Braveheart Wallace seguendo in prima persona le vicende dove il protagonista cerca di vendicare la sua promessa sposa, fino ad arrivare allo scontro finale con l’esercito inglese.
Nei film, nei libri e nei videogiochi non potete cambiare la storia, ma semplicemente viverla per come gli autori l’hanno immaginata, ma nel GRV  potete cambiare le sorti della storia tramite le vostre azioni, consapevoli del fatto che ogni situazione, ogni “attore”, ogni particolare è ora vivo e pronto ad interagire con voi, creando infinite probabilità su come procederà l’avventura.

Questo, a grandi linee, è quello che succede in un evento di Gioco di Ruolo dal Vivo.

Entrare nel ruolo

Ogni Giocatore sceglie un ruolo nel gioco a seconda dell’ambientazione imposta: in un setting Fantasy potrebbe essere un barbaro gretto e manesco o un cavaliere elfico educato e vanitoso; in un setting Western, il giocatore potrebbe scegliere di essere l’inflessibile sceriffo pronto a tutto pur di portare la legge nel paese o l’astuto giocatore d’azzardo che fa tappa fissa nel saloon in cerca di polli da spennare. In poche parole le possibilità sono limitate unicamente dalla fantasia dei partecipanti, in accordo con le necessità degli organizzatori.
I tratti caratteriali sono fondamentali per rendere “tridimensionale” un personaggio ed è bello quando in gioco influiscono sulle scelte e sulla interazione con altri giocatori.
Ogni Personaggio ha degli obbiettivi personali, ma può averne anche di gruppo e di fazione che lo coinvolgono nella storia di base e all’interazione con altri personaggi.
Insomma il Gioco di Ruolo dal Vivo è una sorta di grande rappresentazione teatrale dove è il Giocatore a decidere cosa far dire e fare al suo personaggio sulla base di come lo ha immaginato, senza l’obbligo di seguire un copione scritto.
Nel mare magnum di questa grande improvvisazione ludica esistono comunque alcuni paletti dettati dall’ambientazione in cui si gioca e da una regola molto semplice, ma fondamentale:

Quello che vedo è quel che è.

L’impatto visivo è decisivo per la buona riuscita di un evento, quindi è importante avere cura del proprio costume. In sostanza non basta mettersi delle protesi sulle orecchie per dichiarare di essere degli elfi o dipingersi di verde la faccia per far finta di essere orchi. La cura dei dettagli è la cosa che distingue un bell’evento da un pessimo risultato, un buon giocatore da uno svogliato.

Scopo del Gioco

La parola d’ordine in questo caso è una sola: DIVERTIRSI!
La mentalità con cui ci si deve accostare a questo tipo di Hobby non è quella di venire per vincere o diventare a tutti i costi il più forte, il Gioco di Ruolo dal Vivo è prima tutto un’occasione per socializzare e stare in compagnia. Questo non significa che ci sia meno agonismo quando si arriva allo scontro fisico, al contrario tutti sono chiamati a dare il massimo di se senza dimenticare le norme basilari di correttezza e lealtà verso gli altri giocatori.
Un grande punto che contraddistingue e caratterizza questo hobby è che il gioco è fondato sul divertimento e non sulla vittoria ad ogni costo. Se i giocatori si approcciano agli eventi con l’ottica di vivere una storia da protagonisti, ma senza diventare dei supereroi immortali, avranno l’opportunità di farsi coinvolgere maggiormente sia a livello di recitazione che di combattimento con simulazioni più accurate dove i colpi subiti vengono accusati con più facilità.
Tutto questo perchè ogni persona contribuisce a creare un hobby bello, maturo, corretto, scenicamente accattivante, ma sempre e soprattutto nella consapevolezza che è sempre e solo “UN GIOCO”.

 Ars Ludika GRV

Ars Ludika organizza sessioni di GRV fin dal 2001 e nel corso degli anni ha creato attorno a se una comunità di appassionati di ogni età che non perdono un appuntamento e si impegnano creando attrezzature e costumi sempre nuovi e bellissimi.
Al momento sono attive le campagne:

  1. Fantasya GRV (foto – Facebook – Google+ – YouTube)
  2. Tex-mex Western GRV

Le precedenti campagne storiche e  fantasy sono state chiuse, ma sono comunque visitabili ai seguenti link:

  • A-Live
  • 1500 – GRV Rinascimentale